News: COMUNICAZIONE PRESIDENZA NAZIONALE UNIONTURISMO ROMA

11/06/2015

 
RICORDANDO FIBONACCI PERCHE’ I NUMERI NON SONO SOGNI. Sul campanile della cattedrale di Firenze, in una piccola edicola, possiamo ammirare un rilievo che ritrae il padre della geometria e del numero aureo (il famoso phi) Euclide chino al lavoro: si tratta di un omaggio voluto da Leonardo Pisano meglio conosciuto come Fibonacci che nel XIII° secolo introdusse la numerazione araba al posto di quella romana. I numeri contano per chiunque governi ed il numero aureo venne considerato come l’ideale unità di misura durante il Rinascimento. A proposito di numeri, ecco quello che ci interessa e che ci impressiona; lo ha fornito il vertice INPS: sono 15 milioni i cittadini Italiani che vivono in povertà. 15 milioni sono tanti, e tanti – troppi – sono i disoccupati. Agli Italiani interessano abbastanza poco la legge elettorale, il collegio uninominale, il metodo D’Hondt, gli annunci e le ribalte di taluni imbonitori che insultano il bene comune. Agli Italiani interessano il presente ed il futuro delle famiglie, unico vero ammortizzatore sociale,  ed il futuro dei giovani che già parlano di emigrare prima ancora di laurearsi. Quante volte dovremo ancora dire che bisogna investire nel turismo e nella cultura fonti di grandi opportunità, che occorre riformare la pubblica amministrazione e non la pubblica opinione, che il popolo italiano cerca possibilità reali di sviluppo e non le manciate di buoni propositi falciati, poi, dai fatti concreti. La serie dei numeri enunciati dalle statistiche italiane e la dura lezione europea interrompono i sogni di grandezza ed ammoniscono la classe politica a non prendere in giro con un falso ottimismo chi spera davvero nella svolta. Nel 67 d.C. il Governatore della Gallia Lugdunense Caio Giulio  Vindice si ribellò alla politica fiscale di Nerone e chiese appoggio a Galba: gli Italiani, invece, non sanno a chi chiedere soccorso dinnanzi alle pretese elevate del fisco ed  alla evasione divenuta ormai uno sport nazionale. gianfranco.fisanotti@alice.it;        
 
PER UNA CRESCITA COSTRUTTIVA DEL TURISMO DELLA MOBILITA’: LE RICHIESTE DI A.C.T.ITALIA LA FEDERAZIONE NAZIONALE DEI CAMPEGGIATORI TURISTICI ITALIANI. Nel festeggiare il 75° anniversario della nascita di A.C.T.ITALIA i Campeggiatori turistici capeggiati dal Presidente Arch. Pasquale Zaffina chiedono al Governo supporto per elaborare un piano nazionale di sviluppo del sistema ricettivo, la rappresentanza a livello governativo ed istituzionale delle istanze di tutto il comparto del cosiddetto “abitar viaggiando”, il contrasto e l’abolizione delle limitazioni imposte da certe amministrazioni alla sosta ed alla circolazione dei veicoli ricreazionali dei propri Comuni in considerazione degli importanti benefici apportati dai campeggiatori alla economia locale, un sostegno nelle istituzioni per agevolazioni fiscali nelle famiglie con disabili onde favorire l’acquisto di camper e caravan, chiarezza e semplicità nell’annunciato nuovo Codice della Strada armonizzando la potenzialità del mezzo impiegato ad una categoria adeguata della patente di guida chiarendo anche il termine “autocaravan” con la relativa autorizzazione a circolare liberamente ed infine la conservazione e la protezione del patrimonio motoristico e camperistico storico nazionale salvaguardando i veicoli già dichiarati storici e quelli meritevoli di storicizzazione. Fisanotti: ”Queste richieste sono state rivolte al Ministro On. Dario Franceschini in data 18 aprile 2015 con una lettera aperta molto articolata e motivata nel rivendicare il grande potenziale di risorse economiche e di valorizzazione del territorio di cui il turismo en plein air è giustamente portatore interpretando la voglia naturale di visitare e di viaggiare in piena libertà : al momento non vi è stata alcuna risposta significativa nelle sedi parlamentari . E’ auspicabile invece che il Governo dia il massimo sostegno alle iniziative dei Campeggiatori Italiani ed al progetto davvero originale di realizzare due percorsi lungo i parchi nazionali del Meridione coinvolgendo moltissimi piccoli Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti che sono il vero cuore pulsante della nostra Italia”.
 
TRENTO: TOURLAGHI E SAGRA DEI PORTONI DAL 30 MAGGIO AL 2 GIUGNO. Se la vostra grande passione è la corsa e  siete amanti della natura e della buona cucina, regalatevi quattro giorni alla scoperta dei profumi e dei sapori della Valle dei Laghi e del Trentino. Avrete la possibilità di correre  in quattro tappe una maratona in un territorio che saprà regalarvi indimenticabili emozioni tra il fascino della storia e la quiete dalla natura. In Trentino la Valle dei Laghi – con la sua alternanza di ambienti naturali che dai romantici specchi lacustri (ben sette) vanno ad articolarsi in suggestivi spazi collinari da vaste praterie a loro volta sormontate da verdi pinete e da balze rocciose – è il sito ideale per una attività sportiva a diretto contatto con la natura. Info: www.discovervalledeilaghi.it;
 
UNA BELLA NOTIZIA: MATTEO GARRONE AMBIENTA UNA DELLE SUE FIABE NEL CASTELLO CAETANI DI SERMONETA. Il Castello Caetani di Sermoneta fa da sfondo ad uno dei tre racconti del film di Matteo Garrone, Il Racconto dei Racconti, in concorso al Festival di Cannes 2015. Il Racconto dei Racconti, tratto dalla raccolta di fiabe del 1600 scritte da Giambattista Basile in lingua napoletana, è stato girato tra il centro e sud Italia, fra boschi, giardini, castelli, palazzi antichi e borghi che hanno fatto da sfondo reale alle scene della sua storia fantastica. Oltre al racconto “La vecchia scorticata” ambientato anche nel Castello Caetani di Sermoneta, che vede ben riconoscibili la Cittadella, chiusa al pubblico, le Scuderie, e parte dei camminamenti di ronda, e come personaggio principale Vincent Cassel, Garrone ha scelto fra l’altro il Castello di Donnafugata in Sicilia a pochi chilometri da Ragusa, con il suo labirinto a pietra secca, le Gole di Alcantara, il Castel del Monte. info@fondazionecaetani.org; .
BOLZANO: TUTTI IN PIAZZA WALTHER A BALLARE IL WALZER Dopo il successo dell'anno scorso si ripete nell'estate 2015 la serata aperta a quanti vogliono provare l'emozione di ballare sotto le stelle nella centrale piazza cittadina. Una serata tanto inusuale quanto indimenticabile. Capita anche questo nell'estate di Bolzano che venerdì 17 luglio (la sera seguente in caso di pioggia), propone la seconda edizione di “Piazza Walzer”. Un'iniziativa nata lo scorso anno quando l'Hotel Città, per festeggiare in modo unico il suo centesimo anniversario, ideò un ricco calendario di appuntamenti. Fra cui spiccava in modo particolare una suggestiva serata in cui tutti, cittadini e ospiti, venivano invitati a passare qualche ora ballando sotto le stelle nella centrale piazza Walther. Madrina d'eccezione dell'evento la bolzanina Tanja Cagnotto, la prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi, non per nulla considerata la più grande tuffatrice di casa nostra di tutti i tempi. Per info: Azienda di Soggiorno e Turismo, tel. 0471 307000, sito www.bolzano-bozen.it;
 
SUCCESSO DEL CONSORZIO DI PROMOZIONE TURISTICA MARCA TREVISO A TOKYO ED A OSAKA CON L’ITALY WORKSHOP JAPAN. La Marca Treviso ha presentato a Tokyo ed a Osaka rispettivamente il 26 ed il 27 maggio u.s. le offerte per la stagione 2015-2016 del turismo golfistico (www.golfinveneto.to;  ), degli itinerari religiosi e della fede (www.acrossveneto.it; ), del turismo motociclistico ( www.roarinveneto.com; ), dell’arte e della cultura con Giorgione da Castelfranco Veneto, Cima da Conegliano, Canova da Possagno, le Ville Palladiane di Maser ed Emo, il ‘900 Trevigiano e Veneziano e tutti i grandi contenitori di questi tesori di Marca. Secondo i dati forniti dal Sistema Statistico Regionale Veneto quella Trevigiana è la seconda destinazione scelta dai turisti Giapponesi nel Veneto dopo Venezia e prima di Verona e di Padova. Un successo dunque per la missione del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso per l’evento voluto da Turkish Airlines in Giappone. info@marcatreviso.it; .
 
LAMPEDUSA PENALIZZATA DA CATTIVA INFORMAZIONE. Lampedusa vuole riappropriarsi della sua immagine turistica dopo le tristi vicende dello sbarco di disperati e clandestini che ne avevano compromesso il brand di perla del Mediterraneo. Già l’educational organizzato nei giorni scorsi dagli imprenditori locali per giornalisti e tour operators è stato una concreta dimostrazione che l’offerta e l’accoglienza hanno riacquistato smalto a tutti i livelli. L’isola sta vivendo un lungo periodo di tranquillità e la destinazione è pronta a regalare emozioni uniche: un mare incredibilmente cristallino e spiagge incontaminate. “L’immigrazione incontrollata  – da detto il presidente del Consorzio Albergatori Antonio Martello -  è completamente assente, anche se si continua a parlare di sbarchi e naufragi che, fra l’altro, avvengono altrove”. Dure pertanto le critiche nei confronti delle istituzioni pubbliche che non sono state in grado di investire per la promozione del territorio e aiutare Lampedusa con interventi concreti a sostegno della già fragile economia isolana. “In questi mesi – aggiunge Martello - si soffrono i gravi danni causati da un calo delle prenotazioni legato esclusivamente alla cattiva informazione che ha scatenato un paura irragionevole”. Il messaggio lanciato dagli imprenditori vuole presentare un’altra faccia di Lampedusa, quella che non si arrende all’informazione fuorviante ed alla poca attenzione delle istituzioni. Concreta ed efficace la decisione degli operatori di organizzare voli diretti charter da Milano Malpensa, Bologna, Verona e Bergamo a partire dal 30 maggio fino al 10 ottobre (Unionturismo news).
 
IL GIRO D’ITALIA HA GIOVATO AL TURISMO.  I grandi eventi sportivi mobilitano circa 42milioni di persone  all’anno con una spesa di quasi 5miliardi di euro. Lo dice l’Unioncamere in base ai dati dell’Osservatorio nazionale e di “SiCamera”. Le manifestazioni più gettonate sono il Giro d’Italia (migliaia di spettatori si accalcano lungo il percorso) e le grandi partite di calcio (impressionante il muro di folla in occasione della Champion). "Il Giro d'Italia  - ha detto il presidente Unioncamere Dardanelli in un recente convegno su questo argomento - è stato un volano per lo sviluppo turistico dei nostri territori. L’evento sportivo ha unito per tre settimane i campanili di tutta Italia in un clima di allegria e serenità. Questa bella festa dello sport, attraverso i media, è stata seguita da una miriade di sportivi di tutto il mondo,  diventando uno straordinario strumento di promozione e marketing del nostro Paese. Questo ha permesso a tanti luoghi, magari poco conosciuti dal grande pubblico, di essere visti e apprezzati" (Unionturismo news).
 
IMPRESE TURISTICHE PREMONO PER ENIT EFFICIENTE. All’Enit qualcosa si muove. La settimana scorsa la Corte dei Conti ha chiesto chiarimenti sullo statuto dell’Ente riguardo a talune spese: ad essi il commissario Radaelli ha puntualmente replicato a giro di posta. Si avvicinano quindi i tempi della sua approvazione anche se con alcune modifiche. Non è, per esempio, a tutti gradita la nuova configurazione di ente pubblico “economico” (tutte le volte che i privati ci hanno messo le mani è stato un fallimento), mentre sembra auspicabile la soluzione di una stretta collaborazione con l’Ice.  Comunque queste lungaggini procedurali hanno di fatto rallentato l’attività dell’Ente facendogli  perdere la presa in alcuni settori di primaria importanza come l’Expo. Renzo Iorio (Federturismo), Luca Patanè (Confturismo) e Claudio Albonetti (Assoturismo) denunciano vuoti preoccupanti nell’appuntamento milanese (negli hotel solo 50% di occupazione) che si sarebbero potuti evitare in fase promozionale, specialmente all’estero, con un Enit efficiente. “Chiediamo pertanto un chiaro impegno del Governo – reclamano i tre presidenti – per accelerare i tempi. Si devono anche recepire le indicazioni  in merito al rappresentante delle imprese in seno al consiglio di amministrazione dell'Enit non ancora richieste dal ministro Franceschini. Per contro – se la visione del Governo è quella di un nuovo soggetto unitario di promozione globale dell’attività produttiva e dell’attrazione Paese – le imprese del turismo italiano sono  pronte a dare il proprio fattivo contributo di esperienza e competenza a un tavolo di lavoro ristretto da convocare al più presto: in un mercato globale così competitivo il fattore tempo è determinante, così come la chiarezza di strategia e la capacità di comunicarla sui mercati. Il sistema del turismo italiano, le sue imprese, i suoi lavoratori e le prospettive per poter creare altre imprese e altro lavoro non possono aspettare oltre: continuare a attendere e rinviare diventerebbe una chiara responsabilità politica”  (Unionturismo news)                                            
 
BELLEZZE IN BICICLETTA. Corsi e ricorsi della storia. Oltre un secolo fa, nel 1894, un gruppo di velocipedi guidati da promoter illuminati come Luigi Vittorio Bertarelli e Federico Johnson, decisero di fare il giro d’Italia in bicicletta per scoprire le tante  bellezze sparse nel Belpaese e raccontarle agli italiani. Nacque così il Touring Club, mecenate da allora di una  straordinaria produzione letteraria sul turismo che ha fatto storia non solo in Italia. Oggi si ritorna a parlare di cicloturismo e si scopre che in Europa ha un indotto economico di 44 miliardi di euro, con oltre 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti. In Italia il valore potenziale del cicloturismo è di circa 3,2 miliardi di euro. Le vacanze in bicicletta rappresentano, quindi, una risorsa strategica per il nostro Paese, perché fonte di fatturato, occupazione, crescita dell'industria manifatturiera, nel rispetto della cultura del territorio e della sostenibilità ambientale. Lo ha reso noto il Direttore Generale dell'Enit, Andrea Babbi , intervenendo al convegno Euro Velo 8 "The Mediterranean Route" organizzato la settimana scorsa dall’Enit in collaborazione con la Provincia di Mantova, svoltosi presso il Salone Mantegnasco dell'Università di Mantova. "In Europa – ha ricordato il direttore dell’Enit - il cicloturismo è in fortissima espansione, apprezzato soprattutto dai tedeschi e dagli olandesi che, tra l'altro, sono un segmento alto nella capacità di spesa. Queste ragioni spiegano i motivi per i quali il cicloturismo, opportunamente promosso, rappresenta una vera risorsa per il settore turistico, oltreché un fattore di tutela ambientale, sinonimo di eccellenza che deve essere perseguita ovunque". Eurovelo8, la Pista ciclabile del Mediterraneo, è un progetto co-finanziato dall'Unione Europea, di cui l’Enit è partner. Eurovelo8 vede cooperare un network transnazionale di 13 partner per la realizzazione di azioni congiunte di promozione, comunicazione e commercializzazione del percorso ciclabile che si snoda per circa 5.900 Km., toccando 11 Paesi del Mediterraneo. L’Italia è interessata per una lunghezza di 965 km ed il progetto nel nostro Paese mira al potenziamento dei percorsi della rete cicloturistica nelle zone dell’Asta del Po, coinvolgendo città come Venezia, Torino, Ferrara e Mantova. Nel corso del convegno sono state presentate, oltre alle attività svolte e agli obiettivi raggiunti nell'ambito del progetto, alcune significative esperienze di cicloturismo italiane ed europee. Ci viene in mente il  film in bianco e nero anni Cinquanta “Bellezze in bicicletta” con Delia Scala e Silvana Pampanini, con la differenza che stavolta le “bellezze” non sono le gambe “snelle, tornite e belle” delle improvvisate cicloamatrici, ma i paesaggi e i tesori d’arte, da raggiungere in bici, altrettanto belli e seducenti (Unionturismo news)
 
NEL 2016 IL PALAZZO CONGRESSI DI ROMA? La “Nuvola” di Massimiliano Fuksas, ovvero il mitico palazzo dei congressi di Roma vedrà ultimati i lavori nel prossimo anno (mancano le finiture interne e le attrezzature congressuali) grazie ai 300milioni che si ricaveranno dalla vendita all’Inail di tre gioielli di famiglia dell’Eur spa: Archivio di Stato, Museo Pigorini, Museo Arti e Tradizioni Popolari e Musei Alto Medioevo. Ma è già polemica. Contrario lo stesso archstar  Fuksas che si appella a Renzi per evitare una soluzione che giudica “senza senso”.  L’operazione con l’Inail – si legge in fonti ufficiali -  è stata già inserita nel piano di ristrutturazione che presidente e amministratore delegato di Eur spa, Pierluigi Borghini e Gianluca Lo Presti, dovranno presentare entro quindici giorni. Finita la “Nuvola”, dovrebbe essere più semplice vendere l’hotel adiacente meglio conosciuto come la “Lama”. A ristrutturazione societaria completata, l’Eur punta a entrare nella partita delle Olimpiadi: “Ci candidiamo a ospitare gli uffici delle varie delegazioni al Centro Congressi”, ha dichiarato Borghini al Corsera. Nei giorni scorsi, intanto, è stato approvato il bilancio societario: la gestione aziendale chiude con un utile di 7 milioni, ma sono state operate svalutazioni immobiliari per 82 milioni (Unionturismo news).
LE ECCELLENZE AGRITURISTICHE DELLA PUGLIA . Poche regioni come la Puglia sanno miscelare con atavica saggezza i tanti pregi del paesaggio e dell’arte con quelli della buona tavola,  fondamentali eccellenti per i 600 esercizi inseriti nella “Guida agli agriturismi di Puglia”  (già conta sei edizioni) edita da Tirsomedia che ci fa scoprire la varietà e qualità dell'offerta agrituristica di Puglia con le sue strutture che coniugano al meglio ristorazione tipica e di qualità, accoglienza calorosa e qualificata, ambienti genuini e autentici e molte opportunità per entrare a contatto con la cultura contadina e l'ambiente rurale. Tante le soluzioni di alloggio: in masseria o in appartamento, vicine al mare o nella campagna, tutte offrono la possibilità di approcciarsi alla natura, conoscere da vicino gli animali e i cicli delle stagioni, riscoprire antichi mestieri, degustare ingredienti e sapori di un tempo e rivivere atmosfere tradizionali con il vantaggio dei moderni comfort. Particolare attenzione va alle strutture facenti parte della ‘Rete delle Masserie Didattiche’, che offrono anche laboratori percorsi indirizzati ai più piccoli, ma spesso piacevoli e istruttivi anche per gli adulti, per scoprire i segreti della vita rurale di un tempo. La guida si articola in 4 sezioni: Daunia e Gargano, Murge, Valle d'Itria e Magna Grecia, Salento, per raccontare al meglio agriturismi e Masserie Didattiche in tutti i loro aspetti. Di tutto questo si è parlato durante la serata di presentazione della guida alla presenza di Angelica Anglani, responsabile Rete Masserie Didattiche Regione Puglia, e di Vittoria Cisonno, editore della guida. Si conferma per l'edizione 2015 la disponibilità della guida anche in formato digitale, grazie all'app gratuita scaricabile per Android e Apple per avere sempre accesso alle eccellenze olearie di Puglia sul proprio smartphone, tablet e computer. Inoltre, in occasione di Expo 2015, è disponibile anche la versione in inglese, per raccontare a tutto il pubblico internazionale la varietà, qualità e unicità dell'offerta agrituristica di Puglia e favorire la scelta della nostra regione come meta della prossima vacanza all'insegna di relax e calorosa ospitalità (Unionturismo news).  
EVENTI CULTURALI: a Venezia (Arteminal fino al 22 novembre p.v.) in mostra l’”Arte di strada - the bridges of graffiti” –info: www.thebridgesofgraffiti.com; a Bologna (Fondazione Mast) fino al 6 settembre p.v. la mostra “Industria, oggi” ; a Milano (Casa dell’Energia e dell’Ambiente in piazza Po n. 3)  fino al 31 luglio 2015  la mostra fotografica “Acqua e luce. Un secolo di energia rinnovabile per lo sviluppo del territorio” info: www.fondazioneaem.it; sempre a Milano (Museo del ‘900) fino al 1° novembre 2015 in mostra circa 120 opere  con dipinti dei più importanti esponenti del neo-espressionismo tedesco;  a Urbino (Palazzo Ducale) fino al 4 luglio p.v. in mostra lo studiolo di  Federico da Montefeltro con i 14 ritratti prestati dal Louvre; a Udine (Museo fino al 3 giugno p.v.) la mostra “Un idea di pittura. Astrazione analitica in Italia 1972 - 1976” curata da Vania Gransinigh e da Fabio Belloni;   a Lecce (Chiesa sconsacrata di San Francesco della Scarpa) si è conclusa con grande successo la mostra – mercato dell’artigianato di eccellenza con le opere di Maestri italiani ed europei; in Sicilia si è costituito il “Distretto Taormina Etna” ricco di quattro Musei a Linguaglossa (dedicato a Salvatore Incorpora), a Randazzo (dedicato all’Opera dei Pupi e che è affiancato a due Musei: l’Archeologico Vaglia Sindi e quello di Scienze Naturali Priolo ), a Maletto (con le testimonianze archeologiche derivanti dagli scavi del 1987 e dalle ricerche realizzate dall’Università Inglese di Durham), a Bronte con il Museo dei magnifici basalti lavici  nel parco del Castello di Horatio Nelson; a Perugia (Museo Civico di Palazzo della Penna) fino al 2 giugno p.v. la mostra ”Drawing Master” con oltre 300 pezzi di grandi disegnatori come Paolo Eleuteri Serpieri e Danijel Zezelj; info: 349.5774971; a Genova (Palazzo Rosso – Palazzo Spinola – Castello D’Albertis – Casa di Colombo ) fino al 4 giugno p.v, la mostra “Sei secoli di tavole imbandite a Genova”); (Rubrica a cura di Marco Fisanotti).  
 
E’ attiva la Convenzione nazionale SIAE – Unionturismo per le manifestazioni  gratuite e non gratuite relative agli spettacoli musicali, ai festival, ai concerti, alle rassegne dei gruppi folcloristici, alle rievocazioni storiche, agli spettacoli cinematografici e di arte varia, ai trattenimenti danzanti ed ai concertini per feste zonali piccole, medie, feste piccole, medio piccole, medie, medio grandi e grandi. COME PAGARE LA QUOTA ASSOCIATIVA ALL’UNIONTURISMO:  Gli Associati dell’Unionturismo  potranno applicare i costi delle tabelle S.I.A.E. in vigore nel 2014 presentando il Certificato di adesione all’Unionturismo per l’anno 2015 che verrà rilasciato previo pagamento della quota associativa per l’anno 2015. Si ricorda che gli Enti Pubblici versano una quota pari ad Euro 520,00 mentre le Pro-Loco , gli Enti ed i soggetti privati pagano Euro 260,00 a valere sul C/C N. 400216892 ABI 02008. CODICE IBAN: IT17Y0200805017000400216892