News: Raduno Rally Europa 2015 'Polonia' A.C.T.ITALIA HA FATTO STRIKE

11/06/2015
La Federazione ha partecipato all’importante Raduno EUROPARALLY 2105 POLONIA con la presenza di gruppi di camperisti provenienti da vari Club Italiani, affiliati ad A.C.T.Italia, e soprattutto del gruppo più numeroso in questo viaggio facente parte del prestigioso Camper Club Sila, capitanato dal sempre attivo presidente Franco Morano e la sua gentile Sig. Cecilia! 
Riportando a casa un enorme risultato, ben cinque, i premi vinti dalla nostra delegazione.
Per il secondo anno consecutivo ci siamo portati a casa, dopo quella vinta in Ungheria lo scorso anno, la prestigiosa Coppa del Presidente; il premio del comitato organizzatore del Rally come miglior gruppo in costume in sfilata; il premio della speciale giuria Francese come miglior gruppo presente; il premio migliore Nazione da parte della Città di Swidnica, città Polacca dove si è svolto il Raduno Rally Europa 2015; il premio per l’equipaggio che ha percorso maggiori km per partecipare al Rally, vinto dai Signori Nuccio e Giuliana Milasi di Reggio Calabria.
 
Ma il risultato più importante è stato portato a casa dalla persona che si occupa di questa bella manifestazione, che ha un’importanza fondamentale sul piano Europeo, il segretario generale della Federazione Lidia Melgiovanni, che è stata ammessa al consiglio Europeo dell’Europa Rally.
Adesso abbiamo ben due rappresentanti in questo consiglio: il Presidente Onorario Camillo Musso, e la Segretaria Lidia Melgiovanni, al quale tutta la Federazione augura buon lavoro. 
 
Un breve resoconto del viaggio da parte del capogruppo Lidia Melgiovanni.
 
Con il gruppo l’appuntamento è fissato a Vipiteno all’Autocamp Sadobre, il giorno 15/05/2015.
L’indomani, di buon ora, partenza con destinazione Norimberga, dove abbiamo la visita della città prenotata con la dolcissima Cora, guida turistica, che ci introduce perfettamente nell’atmosfera di questa città veramente carina.
Nel pomeriggio visita alla follia nazista del DokuZentrum dal quale usciamo tutti veramente impressionati.
In serata poi ci siamo veramente rinfrancati nella fantastica birreria sotterranea Barfüßer con Stinco di Maiale e Birra a volontà e i costi veramente ottimi, ho fatto una ricerca prima di partire sulle birrerie a Norimberga e questa è veramente antica, perciò ho deciso di prenotare subito.
 
L’indomani si riprende la via e andiamo verso Berlino che ci aspetta.
Sosta con i camper presso il RaisenmobilHafen Askanierring, area camper confortevole, troviamo le nostre piazzole subito grazie alla disponibilità dell’area di prendere le nostre prenotazioni dall’Italia.
Visitiamo la città con una guida molto particolare, Luca (“Napoletano di Berlino”, dice lui). E’ veramente una guida molto azzeccata, perché in una città cosi particolareggiata come Berlino ci vuole veramente una guida che ti faccia sentire l’umore della metropoli che cambia ad ogni angolo, che porta ancora un grosso peso sulle spalle e che tenta di scrollarselo di dosso in ogni nuova costruzione che affianca l’antico con l’ultramoderno, fantastica devo dire, Berlino ci è piaciuta veramente tanto, e personalmente spero di tornare il prima possibile.
Dopo due giorni Full immersion in una grandissima città, con oltre tre milioni e mezzo di abitanti, ne abbiamo capito l’essenza.
 
Si parte direzione confine Polacco, dopo la frontiera scopriamo che forse i Polacchi non sono molto felici di vedere i Tedeschi, infatti la strada che entra in Polonia è pessima, sembra di essere tornati indietro di cinquanta anni. La corsia di fianco, quella in uscita, è perfetta, una cosa veramente strana, stranezza che si accentua quando dopo cinquanta chilometri le strade diventano magicamente lisce e perfette, bellissime, e quasi tutte nuove, e costeggiano grandissimi centri commerciali e immense aree industriali. La Polonia è in piena espansione economica e ci assale una certa invidia, per il Bel Paese che fu l’Italia.
 
Swidnica è una città linda, con grandi parchi e un bellissimo centro sportivo OSIR con annesso campeggio che è la sede del raduno Europa Rally 2015 PL.
Al nostro arrivo troviamo subito il tutor che ci hanno assegnato, un giovane figlio di Italiani residenti in Svizzera, ma che lavora in Polonia. Il suo nome è Gaspare, molto simpatico e disponibile, e come è successo lo scorso anno in Ungheria con Lajos, lo abbiamo subito adottato.
Resteremo qui per cinque giorni, il programma del Raduno è intenso: si inizia la sera con una bellissima festa folkloristica nel vicino palazzetto dello sport, dove staremo in tutte le serate programmate con spettacoli dal Rally Europa.
Al rientro nel quartiere Italia, festeggiamo il compleanno del Presidente Onorario della Federazione Camillo Musso, ottantotto anni e gira perfettamente in camper per tutta l’Europa, insieme alla sua gentile signora Rita. Ancora auguri, Camillo!
 
Secondo giorno del raduno Grande Sfilata di tutte le Nazioni presenti, e L’Italia riscuote tantissimo successo, siamo i più fotografati! La nostra squadra è tutta in Costume tipico Calabrese, un grande plauso alla bravissima Cecilia Morano, Moglie del Presidente del Camper Club Sila, Franco Morano, che ha cucito i costumi per tutti con una maestra fantasia, Brava Cecilia ci hai fatto stravincere!
Bellissima serata con la cena offerta dall’organizzazione, abbiamo mangiato dei particolari ravioli molto gustosi, e naturalmente birra.
 
Dall’Italia abbiamo prenotato la gita di Woroclaw e alle 10 il nostro bus è pronto.
Visitiamo una bella e tranquilla città anch’essa completamente rasa al suolo dai bombardamenti e ricostruita secondo foto e disegni del tempo, visitiamo una bellissima attrazione: un particolare dipinto circolare di centocinquanta metri di diametro, un’opera fantastica, rimaniamo veramente tutti incantati da ciò ci si para davanti agli occhi. Concludiamo la serata nel palazzetto dove scopriamo che i Polacchi adorano la musica Italiana e si balla con le nostre canzoni per tutta la sera.
 
Oggi ci dedichiamo a Swidnica e al suo centro storico, in particolare alla chiesa della Pace dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. La Chiesa è interamente di legno a tre piani, molto bella con un atmosfera unica!
L’imperatore Ferdinando III diede l’autorizzazione a costruire le chiese della Pace per rappresentare la forza della Pace di Westfalia alla fine della guerra dei Trentanni.
In serata si organizza, come di consuetudine, la cena del quartiere Italia, e qui le donne Calabresi del Club Sila la fanno da padrone preparando calzoni, frittelle e tanta pasta con sughi diversi da far assaggiare ai nostri amici Polacchi, che manco a dirlo apprezzano il buon appetito!
 
Giorno di chiusura del Raduno Europa Rally tutti presenti in bella mostra e in divisa della Federazione nel grande palazzetto, dove è allestito il palco per le premiazioni, e qui la facciamo da padrone: siamo chiamati ben cinque volte a ritirare i premi, è una bella soddisfazione per tutti noi e mi sento di ringraziare veramente  di cuore tutti coloro che mi hanno aiutato ad arrivare fin qui, primo di tutti Il presidente  A.C.T.Italia Pasquale Zaffina, il Nostro “Unico” Presidente Onorario Camillo Musso, Il Presidente del Camper Club Sila Franco Morano e tutti i suoi soci partecipanti al Raduno, Il tesoriere della Federazione Severino Santiapichi, e il Consigliere Giuseppe Mattiello che in questo viaggio sono stati preziosi.
 
Ci diamo appuntamento al prossimo Raduno 12-16-2016 Maggio Europa Rally Olanda


GUARA LA FOTOGALLERY CLICCANDO SULLA FOTO IN BASSO



GUARDA IL VIDEO DELL'EVENTO CLICCANDO  QUI'