La nostra storia

Breve Storia della
Federazione Nazionale A.C.T.ITALIA
Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia

 

Nel 1932 nacque in Italia il primo Club di campeggiatori con il nome di “Auto campeggio Club Piemonte”, esso fu il quinto in Europa e tra i fondatori della F.I.C.C. - Federazione Internazionale del Camping e del Caravanning.
Nel 1940, a causa dello scioglimento di tutte le Associazioni, esso avrebbe dovuto essere sciolto, ma il Presidente Luigi Bergera ottenne che venisse creata l’A.C.T.I. - Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia, legittimata con Regio Decreto Ministeriale, appunto del 9 marzo 1940.
L’ACTI, avendo carattere nazionale raccolse tutte le associazioni di campeggiatori allora esistenti sotto forma di sezioni, compreso l’A.C.C.P. che divenne A.C.T.I. sezione di Torino.
Alla fine della guerra le varie associazioni rivendicarono la loro indipendenza e nel 1950 crearono la Federcampeggio, quale Federazione che le univa ed in questo ambito l’A.C.T.I. rimase come “A.C.T.I. Centrale”, coordinando il lavoro delle varie A.C.T.I. locali, di cui molte ancora attive.
Nell’anno 1998 l’A.C.T.I. Centrale organizzò con grande successo il grande raduno Europeo, detto Rally Europa, ed in tale occasione la F.I.C.C. suggerì di riprendere la propria autonomia, fu così nel nell’anno 2000, l’A.C.T.I. venne riconosciuta dalla F.I.C.C. come Federazione Nazionale, con il nome di “A.C.T.ITALIA Federazione”, con anzianità 1940, anno di costituzione Ministeriale.
La Federazione Nazionale A.C.T.ITALIA oggi è un punto di riferimento per i suoi Club affiliati, per i suoi tesserati e per tutto il comparto del turismo del movimento operanti sul territorio nazionale ed internazionale.