News: Per i possessori di Camper euro 0

10/10/2018
Per i possessori di Camper euro 0 Vorremmo innanzitutto tranquillizzare i possessori di camper EURO 0: allo stato attuale non sono previste leggi o emendamenti che ne vieteranno la circolazione a livello nazionale, neppure dopo il 2019. Detto ciò, cerchiamo di chiarire il più possibile la questione.
Molte persone che si apprestano ad acquistare un camper usato, o che sono in possesso di un camper datato, si stanno chiedendo se avranno problemi a circolare con i loro mezzi a partire dal 2019
.
Dal 2019, infatti, secondo un emendamento del governo alla legge di Stabilità 2015, non sarà più possibile circolare con veicoli in classe Euro 0
 
Da quando l’emendamento in questione è stato recepito sono sorti molti dubbi e la paura di non potere più utilizzare il proprio camper si è fatta strada in molti camperisti.
 
Cosa riporta l’emendamento della legge di stabilità?
Il testo ufficiale riporta quanto segue al punto 232:
“A decorrere dal 1º gennaio 2019, su tutto il territorio nazionale è vietata la circolazione di veicoli a motore categorie M2 e M3 alimentati a benzina o gasolio con caratteristiche antinquinamento Euro 0. Con uno o più decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti sono disciplinati i casi di esclusione dal predetto divieto per particolari caratteristiche di veicoli di carattere storico o destinati a usi particolari”
 
Quali sono le categorie di veicoli a motore citate nell’emendamento?
categoria M2: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t;
categoria M3: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t;
 
I camper, o autocaravan, appartengono alla categoria M1, cioè sono veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente.
 
Quali veicoli sono quindi i veicoli che non potranno più circolare dal 2019?
Tutti i veicoli Euro 0, cioè quelli immatricolati prima del 31 dicembre 1992 (dall’anno successivo infatti divenne obbligatoria l’omologazione alla classe Euro 1) appartenenti alle categorie M2 e M3.
 
Il divieto di circolazione riguarderà anche i camper?
Da quello che si evince dal testo dell’emendamento per i nostri fedeli camper non dovrebbe esserci alcun genere di problema perché fanno parte della categoria M1.
Allo stato attuale non dovrete quindi assolutamente rottamare il vostro camper.
 
Tutti i camper potranno quindi circolare liberamente in tutta Italia?
Sì e no. Il camper, infatti, è equiparabile ad un’autovettura per quel che riguarda le misure “antismog” che alcune province ed alcuni comuni adottano per migliorare la qualità dell’aria. Queste limitazioni sono presenti generalmente nel periodo autunnale-invernale, ed in determinati orari e giorni. Le modalità cambiano da provincia a provincia, talvolta anche da comune a comune (a Bologna, ad esempio, vengono applicate misure diverse dai paesi o cittadine della sua provincia). Per questo motivo, purtroppo, per sapere se si può circolare in una determinata zona non resta che informarsi presso le autorità del posto.
Leggi il nostro articolo sulle misure antismog 2018-2019
La situazione generale, in sintesi, sembra essere meno preoccupante di quella che si ipotizzava in un primo tempo.
In pratica l’emendamento riguarderà solo quei veicoli adibiti al trasporto di un alto numero di persone, come ad esempio i minibus e i pullman.
Si spera che tutto questo porti miglioramenti sia nel campo della sicurezza che in quello dell’inquinamento.
A MAGGIOR CHIARIMENTO, ABBIAMO INTERPELLATO CLAUDIO GALLIANI DELLA RIVARS CHE AGGIUNGE A QUANTO SOPRA:

Cosa sono le categorie:

"N" sono da camioncino/furgone a camion pesante TRASPORTO COSE ed in funzione al peso/portata si dividono in 1-2-3

"M" sono TRASPORTO PERSONE che, come per il trasporto cose si dividono in 1-2-3, in funzione del n° di posti a sedere e del peso massimo in ordine di marcia.

Il camper, per essere omologato come tale, per legge (artt. 54 & 47 CdS) non può portare più di 7 persone compreso conducente quando la categoria M1 arriva a 9 (e generalmente si porta con la B e la C è richiesta solo se la massa complessiva del veicolo/camper supera i 3500 Kg) quindi qualsiasi camper/autocaravan non sarà mai M2 o M3 perchè un n° di posti superiore a 7 per legge non è previsto, quindi NON è compreso nel citato divieto in quanto i pax di un camper per legge sono limitati a massimo 6+conducente (7), quindi sempre e comunque M1.

Facciamo altresì chiarezza perchè su tante carte di circolazione il camper è qualificato "N"; è un errore della motorizzazione e/o del compilatore del libretto!

E' innegabile che il 99% se non il 100% dei camper nasca da autotelaio concepito per trasporto cose, ma quando è "vestito" ed omologato quale "autocaravan" o come da vecchia dicitura "veicolo uso campeggio munito di attrezzatura permanente al trasporto ed alloggio" c'è una circolare del MIT chiarissima che definisce tali veicoli sempre come M1.

Solo i pick-up (camioncini a cassone aperto) muniti di cellula abitativa scarrabile e non abitabile durante il viaggio sono "N" in quanto con la cellula abitativa non abitabile durante il viaggio la categoria è sempre definita come "trasporto cose", quindi "N" e se 1-2 o 3 dipende solo dalla massa complessiva e portata di carico, cioè da quanto pesa la cellula abitativa con il tutto in ordine di marcia con cellula abitativa caricata/montata sul cassone del veicolo.   

Spero di aver chiarito e i camperisti stiano tranquilli perchè il divieto è esclusivo per M2 & M3, cioè per i pullmini oltre 9 posti fino a pullman pesanti (i classici 2 piani) ed invito a controllare le carte di circolazione del camper se contengono la dicitura "N" per farla correggere in "M" presso la motorizzazione.

Un' altra cosa che non c'entra con le categorie, ma che è importante sapere per i possessori di veicoli "datati": è che alle revisioni biennali obbligatorie il veicolo datato e certificato come "di interesse storico e collezionistico" (art. 60 CdS & 215 regolamento) va sottoposto ai controlli con i parametri dell' epoca (DL 17/12/2009 in GU 19/03/2010 Circolare Applicativa 04/10/2010 & circolare MIT 4862 del 19/01/2018 soprattutto per la frenatura) mentre i non certificati sono sottoposti a controllo con i parametri attuali per cui almeno un 90% sarebbero già fuori con i fumi; è un decreto/legge che pochi conoscono e ancora meno applicano, soprattutto nelle officine autorizzate. Questo è uno dei principali motivi per cui ritengo quasi indispensabile la certificazione dei ns. camper "datati", e l'essere in possesso di un Certificato di Rilevanza Storica può mettere i proprietari al riparo da queste problematiche.