Notizie dai Club: 5 ANNI TRA AMBIENTE, BENESSERE E CULTURA. L’ABC DEL VIAGGIARE IN LIBERTA'.

18/02/2016
Il 17 febbraio 2011 nasceva il Club Camperisti Sardi. Una libera associazione affiliata fin da subito alla Federazione Nazionale A.C.T. Italia. Una realtà associativa - quella del club - prossima ai 1000 iscritti (un iscritto un camper)radicata prevalentemente su tutto il territorio regionale e con diversi simpatizzanti oltremare amanti della nostra isola: la Sardegna.

In questi anni il Club è diventato, specialmente per le giovani famiglie, un punto di aggregazione dove poter coltivare vecchie e nuove amicizie anche fuori dalla semplice “uscita” o “raduno”. Un’occasione che invoglia a condividere piacevoli momenti a contatto con la natura, le tradizioni e la cultura; a proporre nuove idee per alimentare la gioia e l’entusiasmo dello stare in compagnia all’aria aperta e in libertà nel pieno rispetto delle regole. Persone che non si accontentano della Sardegna come quella delle riviste patinate, dove i luoghi si confondono e diventano tutti uguali, ma persone curiose e attente che cercano, nelle diverse anime dei territori dell’Isola, la sintonia con la natura selvaggia della montagna o delle coste che conservano importanti tradizioni e che possiedono un patrimonio culturale millenario. Tutto in Sardegna è particolare: dalla musica al canto a tenore fino al modo di parlare. Luoghi che conservano uno spirito affascinante, un ambiente unico e, in molte zone, ancora incontaminato. “La Sardegna - scriveva David Herbert Lawrence - è un'altra cosa: più ampia, molto più consueta, nient'affatto irregolare, ma che svanisce in lontananza. Creste di colline come brughiera, irrilevanti, che si vanno perdendo, forse, verso un gruppetto di cime. Incantevole spazio intorno e distanza da viaggiare, nulla di finito, nulla di definitivo. È come la libertà stessa”.

In questi cinque il Club Camperisti Sardi ha promosso i valori della cultura associativa attraverso la partecipazione a dibattiti, iniziative e manifestazioni senza trascurare le proposte di collaborazione con altre associazioni impegnate in diversi settori come l’ambiente, il sociale, la cultura e le tradizioni.
Cinque anni di costante lavoro, di approfondimento e di confronto con le Istituzioni (in particolar modo con i piccoli comuni) ha fatto sì che il Club Camperisti Sardi è diventato, in breve tempo, un punto di riferimento non soltanto per chi ci segue come socio o simpatizzante, ma anche per quelle amministrazioni locali che intendono investire - come ulteriore strumento di valorizzazione del proprio territorio - sul turismo in camper.

Una particolare importanza rivestono, per noi, gli imprenditori locali. In Sardegna sono tante le aziende - medie e piccole - che producono, che s’ingegnano, che offrono prodotti di enorme valore. Il turismo in libertà all’aria aperta, con la sua particolarità di vivere a contatto diretto con la cultura, le tradizioni, i sapori e l'ambiente è in grado di portare le persone in territori lontani dai grossi tour turistici e di far conoscere questa vera, unica ed enorme ricchezza della Sardegna. Ogni nostra uscita o raduno è orientata alla ricerca, all’attenzione, alla valorizzazione e alla scelta dei prodotti di nicchia dell’enogastronomia e dell’artigianato, in particolar modo quelli della nostra “terra”.
Per il suo primo “lustro” il Club Camperisti Sardi sta organizzando un momento di confronto e di dibattito pubblico sull'ambiente, il benessere - inteso come ospitalità ricettiva e prodotti alimentari genuini e di qualità - e sulla cultura. Temi cari del nostro viaggiare in libertà.

Ovviamente non mancherà l'occasione per festeggiare i primi cinque anni di vita del Club in compagnia di vecchi e nuovi amici camperisti. Tra i tanti ringraziamenti, quello più grande è dedicato a tutte le amiche e a tutti gli amici (soci e simpatizzanti) che, fin dal primo momento, hanno creduto nel Club Camperisti Sardi. Ogni loro attenzione ripaga i componenti del direttivo per l’impegno e il tempo(tutto volontario) dedicato all’associazione e sottratto agli affetti.

Il Club Camperisti Sardi