News: “Piano strategico nazionale per il turismo” DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE A.C.T.ITALIA PASQUALE ZAFFINA

30/01/2016
Vogliamo augurare buon lavoro al Ministro Franceschini, che sta predisponendo un sistematico ed articolato Piano
Strategico nazionale per il Turismo! Abbiamo grande fiducia nella buona riuscita di un programma così ambizioso, perché
si sta utilizzando il consenso e la condivisione, come metodo per raggiungere risultati positivi. Crediamo sia questa
la strada maestra per superare la forte frammentarietà e disomogeneità, esistente nel settore e che l’esperienza di
Pietrarsa possa dare risposte serie e ponderate.
Nei giorni scorsi, in un documento alquanto strutturato, abbiamo argomentato quanto sia sostenibile il turismo del movimento,
ma qui vogliamo riassumerne i tratti salienti, in preparazione della prossima edizione degli “Stati Generali del
Turismo Sostenibile e della Cultura”.
Crediamo che il nuovo Piano strategico dovrà necessariamente comprendere il turismo dolce, lento e sostenibile, come
quello “itinerante”, perché è una realtà non trascurabile per i benefici diffusi, che esso sa trasmettere in modo trasversale
all’economia dei piccoli centri.
Per quanto ci riguarda, intendiamo dare contributi concreti all’innovazione complessiva del Turismo italiano nel seguente
modo:
- Proponendo interventi organici e mirati, naturalmente da condividere con i programmi Governativi, per configurare
l'Italia digitale del prossimo futuro, visto le competenze acquisite nell’uso del web, da parte delle nostre
organizzazioni affiliate.
- Innovando e adeguando le strutture di offerta, le forme di consumo turistico, le infrastrutture e gli strumenti,
affinché gli usi turistici siano sempre più compatibili con la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali
e del territorio.
- Ampliando e riassestando le strutture di accoglienza dei Campeggiatori turistici con una oculata pianificazione
territoriale e l'individuazione di luoghi, turisticamente omogenei, dove localizzare le aree attrezzate.
- Sostenendo forme non inquinanti degli interventi, nel pieno rispetto dell’ambiente e delle tipicità locali.
- Valorizzando le potenzialità attrattive dei territori lontani dai flussi turistici tradizionali, che rimangono ancora
inespresse.
- Consolidando la peculiarità del nostro modo di fare turismo, destagionalizzato per eccellenza, forse unico tra i
vari “turismi” capace di fare accrescere le permanenze sul territorio.
- Aprendo la partecipazione ad iniziative di conoscenza dell’Italia minore a flussi nazionali e internazionali di turisti
in camper, dal momento che ACTItalia affilia Club su tutto il territorio nazionale e fa parte della più grande
Federazione Internazionale (FICC), che unisce i Campeggiatori turistici di tutto il mondo.

Pertanto, ci rendiamo disponibili a:

- Condividere il piano che il Ministro Franceschini sta elaborando, credendo fermamente nelle regole della partecipazione
e del processo continuo di coinvolgimento dei principali attori del turismo.
- Contribuire all’elaborazione di linee guida di unificazione degli standard delle aree di sosta e promuovere
azioni specifiche per il settore del “Turismo del movimento”, suggerendo semplificazioni, aiuti alle imprese, integrazioni
e promozioni sintoniche con il rafforzamento del brand Italia.
- Portare a Pietrarsa un certo numero di Presidenti di Club, affinché possano testimoniare la loro realtà di periferia
e confrontarla con gli operatori di altri “turismi” a più ampio livello.
- Partecipare ai processi di consultazione, avviati con le Regioni, con gli Enti locali e con le altre Amministrazioni
competenti, per mettere a sistema un tipo di turismo da portare assolutamente alla ribalta.
Grazie per l’attenzione.
 
Il Presidente
Arch. Pasquale Zaffina